Beni confiscati alla criminalità

Protocolli di intesa

Protocolli di intesa per la gestione dei beni sequestrati e confiscati

    La normativa italiana sul recupero sociale dei beni confiscati è considerata una buona pratica a livello internazionale, ma vi sono ampi margini per rendere i procedimenti di assegnazione dei beni più snelli e celeri, tenuto conto delle tante necessità ed emergenze sociali alle quali è possibile rispondere attraverso il loro riutilizzo. Nel contesto delle iniziative assunte per contribuire alle azioni di contrasto alla criminalità, la Regione Emilia-Romagna, insieme ad altri Enti e organismi del territorio regionale, ha sottoscritto in data 8 settembre 2017 con il tribunale di Bologna e in data 25 marzo 2019 con quello di Reggio Emilia Protocolli d’intesa per la gestione e dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. La finalità dei Protocolli – come precisato nelle relative premesse – è quella di consentire sia la continuità delle attività delle imprese sottoposte a sequestro ai sensi della normativa sul c.d. Codice Antimafia sia di favorire l'utilizzo tempestivo dei beni immobili liberi o leberati assegnandoli in comodato in via provvisoria ai soggetti cui il bene può essere destinato o assegnato dopo la confisca definitiva.

    Azioni sul documento

    pubblicato il 2019/07/30 14:09:00 GMT+2 ultima modifica 2019-10-08T18:23:25+02:00

    Non hai trovato quello che cerchi ?